COMUNE DI SANTA NINFA

La Convivenza di Fatto

Informazioni generali
La Legge n. 76/2016, in vigore dal 5 giugno 2016, prevede la disciplina delle convivenze di fatto (commi 36-67 dell’art. 1).  La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, residenti nel Comune di Santa Ninfa, coabitanti e iscritte sul medesimo stato di famiglia ( concetto di famiglia anagrafica). Nel caso in cui gli stessi non siano residenti, coabitanti e iscritti sul medesimo stato di famiglia è necessario rivolgersi all’ufficio anagrafe per effettuare la variazione. Gli interessati non devono essere legati tra loro da vincoli di matrimonio o da un’unione civile, né da rapporti di parentela, affinità o adozione.

Come dichiarare una convivenza di fatto
Gli interessati devono presentare un’apposita dichiarazione sottoscritta da entrambi (modulo allegato) unitamente alle copie dei documenti di identità. 
La dichiarazione può essere inoltrata: L'inoltro via casella email è consentito seguendo una delle seguenti modalità: Oppure, occorre presentarsi presso l'Ufficio Anagrafe (lun-ven 8,30 – 13,30 –mart. e giov. 15,30-18,30)  con i documenti d'identità validi. Può presentarsi anche un solo componente della convivenza di fatto purché in possesso della fotocopia del documento d'identità del componente assente. Il modulo deve essere sottoscritto da entrambi i componenti.

Attenzione: La dichiarazione non può essere effettuata da coloro che facciano già parte di una unione civile, i cui effetti non siano cessati al momento della domanda di iscrizione, né dalle persone coniugate fino al momento dell’annotazione dello scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio sull’atto di matrimonio.

Cancellazione di una convivenza di fatto
La cancellazione della Convivenza di fatto può avvenire nei seguenti casi: La richiesta di scioglimento della convivenza di fatto (modulo allegato in fondo alla pagina), unitamente ai documenti di identità dei dichiaranti dovrà essere inviata secondo le seguenti modalità: L'inoltro via casella email è consentito seguendo una delle seguenti modalità:
Nel caso di richiesta di cancellazione di una sola parte interessata, il Comune provvederà a inviare all’altro componente una comunicazione.
 
Effetti della dichiarazione di convivenza di fatto
In base alla nuova Legge sulla disciplina delle convivenze, i conviventi di fatto: L’Ufficiale d’Anagrafe rilascia la certificazione anagrafica relativa alla convivenza di fatto.
 
Sottoscrizione di un contratto di convivenza: effetti patrimoniali
I conviventi di fatto possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune con la sottoscrizione di un contratto di convivenza che deve avere le seguenti caratteristiche formali, da rispettare anche in caso di successive modifiche o risoluzione: Ai fini dell’opponibilità ai terzi, i contratti di convivenza con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato devono essere trasmessi dal professionista al Comune di residenza dei conviventi entro i successivi 10 giorni dall’avvenuta stipula a mezzo PEC in formato pdf p7m con firma digitale al seguente indirizzo:
protocollo@pec.comune.santaninfa.tp.it (al fine di facilitare e velocizzare lo smistamento delle richieste si chiede cortesemente di indicare nell'oggetto della e-mail la sigla "Contratto CdF").
Il contratto reca l’indicazione dell’indirizzo indicato da ciascuna parte al quale sono effettuate le comunicazioni inerenti al contratto medesimo e può contenere: Il contratto non può essere sottoposto a termine o condizione. Nel caso in cui le parti inseriscano termini o condizioni, questi si hanno per non apposti.
Il contratto è nullo nei seguenti casi: Gli effetti del contratto di convivenza restano sospesi in pendenza del procedimento di interdizione giudiziale o nel caso di rinvio a giudizio o di misura cautelare disposti per il delitto di omicidio del coniuge (art. 88 del Codice Civile), fino alla sentenza di proscioglimento. 
Il contratto di convivenza si risolve in caso di:  
Allegati
  1. LEGGE 20 maggio 2016, n. 76 - Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze (GU n.118 del 21-5-2016).
  2. Dichiarazione di Costituzione Convivenza di fatto
  3. Domanda di scioglimenti Convivneza di fatto